L’AI e la creazione di posti di lavoro

Quale sarà l’impatto dell’AI sui posti di lavoro nel tuo paese, nel tuo settore, nella tua azienda? Verranno cancellati posti di lavoro? Sì. Verranno creati posti di lavoro? Sì.

Il report The Future of Jobs, 2018 del World Economic Forum prevede un possibile incremento netto di 58 milioni di posti di lavoro nel mondo entro il 2022. Ma l’incremento reale sarà il risultato di perdita e creazione di posti di lavoro. Per minimizzare le perdite (che significano coesistenza di disoccupazione e inpossibilitò per le aziende di trovare sul mercato le skill necessarie) e massimizzare l’incremento, la politica e le imprese dovranno supportare e indirizzare un reskilling generalizzato della forza lavoro. Anche le organizzazioni più dinamiche e future-oriented non potranno esimersi da questo sforzo. Vedi ad esempio Upskilling 2025, l’iniziativa di reskilling di Amazon diretta a un terzo dei suoi dipendenti.

Noi, come individui, dovremo proattivamente scegliere un approccio di lifelong learning, sfruttando le oppurtunità “pubbliche” come i MOOC e i percorsi di training (ad esempio in Thinkopen offriamo un percorso di formazione gratuito di 7 settimane su AI e Big Data) e quelle “private” (Università, Master, Corsi aziendali) cui avremo la fortuna di accedere.

Il futuro è nostro, se sapremo e vorremo lavorarci 🙂