Il settore delle Telecomunicazioni in Italia

Le telecomunicazioni italiane sono sotto pressione, con EBIDTA decrescenti e competizione improvvisamente aumentata dall’arrivo della francese Iliad, che sta spingendo verso una guerra dei prezzi . Gli investimenti stellari da 6,5 Mld nelle licenze 5G hanno portato per la prima volta il differenziale EBIDTA – CAPEX dell’intero settore in negativo.

Nel breve periodo gli operatori hanno di fronte tre scelte per rendere produttivo l’ enorme investimento nelle nuove licenze 5G:
– l’aumento dei prezzi, ma la pressione dei nuovi player low-cost rende questa scelta difficile
– il risparmio e l’efficientamento del core, incluse possibili fusioni di reti esistenti ed eventuali ristrutturazioni degli organici
– l’investimento nello sviluppo della rete 5G e dei relativi servizi innovativi, limitato proprio dall’indebitamento per l’investimento in licenze

Gli operatori del settore dovranno quindi migliorare l’efficienza delle operations e contemporanemante trovare nuove innovative proposte di valore da costuire sulla propria piattaforma. Agile, Machine Learning, Blockchain, BIg Data & Data Analysis, e-Government and Smart Cities sono i temi da esplorare e da sfruttare. Non è uno sforzo da poco, e richiederà un cambiamento culturale oltre che tecnologico e organizzativo. Alcuni operatori sono più preparati di altri, ma per tutti c’è la possibilità di fare le scelte giuste, il management farà la differenza